BODY PARK JUDO CUS BERGAMO ASD

News

Castellanza ospita la tappa “Shiro” del circuito di gare organizzate dal CRL: Body Park presente con 22 giovanissimi!

Il circuito di gare organizzato dal CRL, contrassegnate da un personaggio simbolo per ogni data proposta, ha fatto tappa in provincia di Varese, a Castellanza animando la mattinata di quattrocento giovanissimi atleti provenienti da tutta la regione. Queste manifestazioni prevedono una serie di prove sia judoistiche, che di abilità motoria per stimolare la crescita soprattutto coordinativa in questa fascia d’età. Altro aspetto fondamentale la scelta di non stilare una classifica, bensì di premiare la partecipazione di tutti, sia come singoli che come gruppo. In quest’ultimo caso Body Park si è rivelata con i suoi ventidue partecipanti, la terza società più numerosa. Tale adesione nasce dalla convinzione dello staff tecnico che queste manifestazioni, se ben organizzate, non possono che essere un bel volano per tutto il movimento del judo. Tutti gli atleti del Body Park Judo CUS Bergamo presenti, hanno dato il meglio, chi con maggiori successi anche sul campo, chi raccogliendo spunti per continuare a progredire. La giornata ha dato comunque grandi soddisfazioni a tutti: insegnanti, allievi e famiglie. Le prove a cui le nostre giovani promesse hanno preso parte sono state un percorso motorio, la prova di yaku soku geiko (scambio di tecniche a coppie), quella di ukemi (le cadute) e il randori (combattimento in piedi o al suolo). Ecco i partecipanti, divisi per sede: Federico Nervi e Matilde Barbato (Città Alta), Alessia Gusmini, Lorenzo Noris, Marco Vanotti, Alessandro e Diego Crevena, Pietro Forcella, Matteo Verta (Almè), Viola Rota, Gabriele Colleoni, , Davide Sbriglione (Ponte San Pietro), Giorgio Cantù, Max Magrin, Alessandro Bernini, Lorenzo Lochis, Amine Jaouahar, Viola Cadei (Gorle), Alberto Bolognesi (Pedrengo), Francesco Comi, Luca Cavagna, Lorenzo Viscardi (Sotto il Monte). Da sottolineare la bella prestazione nel randori del gruppo di Gorle, a cui si aggiunge il filotto di vittorie di Matilde Barbato di Città Alta. Soddisfatti i tecnici accompagnatori Emilio Maino e Federica Porfirio, che hanno seguito da un tatami all’altro gli atletini gialloblu. Oltre alla parte motoria, era presente anche una zona in cui è stato presentato uno spettacolo di burattini (judoka, naturalmente), sana alternativa ai tablet e ai cellulari. Presenta anche la mascotte “Shiro”, che si aggirava tra i bambini per farsi fotografare!.

Progetto SPIN: Lorenzo Brasi (CUS Bergamo) al Corso Istruttori Sportivi per disabili

Il CUSI ha organizzato tra ottobre e novembre tre importanti incontri di formazione legati al Progetto SPIN, il corso per istruttori sportivi per disabili che ha visto il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Tra i ventisei tecnici dei diversi CUS provenienti da tutta Italia, era presente anche Lorenzo Brasi, già coordinatore del Body Park per il settore disabilità e molto attivo sia con i corsi che tiene presso Ponte San Pietro e Gorle, che nell’organizzazione di eventi mirati. Il corso prevedeva la frequenza di 45 ore di attività teorico-pratica, che sono state distribuite in tre week end residenziali, tra Bologna e Riccione e i cui temi erano incentrati sulla classificazione e la certificazione delle disabilità, sulle relazioni con gli atleti e le loro famiglie, sull’attività adattata e sulle tecniche di progettazione e valutazione. Lorenzo Brasi si è detto molto soddisfatto dell’organizzazione, dei contenuti del percorso formativo e anche del gruppo di tecnici che con lui hanno seguito le lezioni e con cui ha instaurato un ottimo rapporto umano, che in futuro potrebbe far nascere belle sinergie nel settore.

Qualificazioni tricolori U!15: Alex Terzi vicecampione regionale a 66 kg. Bronzo per Julia Farina.

Montichiari ha ospitato sabato 16 novembre, le qualificazioni per i Campionati Italiani Under 15, la gara delle gare per tutti i ragazzi e le ragazze nati nel 2005 e 2006 che ambiscono ad un posto tra i migliori atleti italiani di categoria Esordienti B.
Body Park fa registrare una qualificazione, grazie all’argento di Alex Terzi, che si aggiudica due dei tre incontri disputati nella categoria a 66 kg. Alex vince il primo match con Federico Chiappa (Sen Shin Sarezzo) che capitola dopo due wazaari ottenuti con un o uchi gari e con un tani otoshi. In semifinale fulmina il mantovano Eusebiu Buburuzanu (Le Sorgive), sorpreso da un velocissimo o uchi gari. La finale, molto combattuta, vede prevalere Andrea Bergamini (Polisportiva Nippon) per due wazaari a uno. Bergamini infila un tai otoshi che lo porta in vantaggio, Alex pareggia i conti grazie al suo o uchi gari, ma con la stessa tecnica il milanese chiude i conti. Ora Alex è atteso a Roma per le finali nazionali, il prossimo 7 dicembre.
Tra i qualificati appare anche Julia Farina, che non fa ancora parte dell’Associazione, ma che si allena regolarmente presso Body Park. Anche lei sarà a Roma, sotto un’altra bandiera, ma da gennaio potrà vestire i colori del Body Park. Julia parte molto bene con la vittoria su Sofia Diana (Kodokan Rho), perde la semifinale con Gaia Cerea (Judo Segrate) dopo tre shido e si qualifica battendo nella finale per il bronzo Caterina Corvi (Centro Judo Como) grazie ad un ippon di o uchi gari

Alex Terzi nono classificato al Trofeo Italia Esordienti B

Body Park presenta ai nastri di partenza un unico esordiente B, per cercare di fare punti ranking in ottica campionato italiano. La gara è di quelle toste, con 34 atleti iscritti provenienti da tutta Italia e Alex sa che il suo obiettivo è soprattutto fare esperienza a questi livelli. Seguito dal tecnico Fernando Vranic, Alex parte con un incontro in salita, visto che se la deve vedere con il futuro vincitore di categoria Tommaso Perfetti (Fitness Nuova Florida), che marca un doppio wazaari, grazie ad un o goshi e al successivo ko uchi gari. Nel secondo incontro trova un tenace Leonardo Gamba (Judo Capelletti), ma la spunta grazie ad una spazzata valutata wazaari e all’ippon di o soto gari. Nel successivo incontro di recupero è però il friulano Lorenzo Rocastri (DLF Udine) a portare a casa il match grazie al wazaari di ko uchi gari e al secondo wazaari trovato con un ippon seoi a sinistra.

Andrea Biffi ancora una volta a medaglia (bronzo) al Torneo Internazionale Sankaku. Settimo posto per Alice Noris e Luca Capelli.

Andrea Biffi (50 kg cadetti, 12 iscritti) centra un’altra prestigiosa medaglia alla 30^ edizione del Torneo Internazionale “Sankaku”, che quest’anno si è svolto a Gerenzano (VA), sotto l’egida del CRL, in un palazzetto che ha ospitato 6 aree di gara e che ha visto la grande manifestazione terminare nei tempi previsti.
Andrea bissa la medaglia (d’argento) conquistata nella passata edizione e in questo frangente si guadagna un bronzo che lo fa rientrare nuovamente nel palmares del prestigioso torneo.
Dopo la sconfitta al primo turno, per mano di Pietro Andreini (Judo Piombino), peraltro per il misero scarto di uno shido, Biffi inanella tre vittorie che lo riportano sul podio.
Vince con Pietro Aquilani (Judo Black Belt) per doppio wazaari, aprendo con eri seoi e chiudendo con o soto otoshi, si ripete con Luca Bonini (ASD Coressori), marcando wazaari di kata guruma e infine batte Giano Sani (Centro Incontri Judo Firenze), sorprendendo l’atleta toscano con un seoi nage, risolto con un ippon di juji gatame.
Nella stessa manifestazione due settimi posti per la cadetta Alice Noris, che disputa tre incontri: perde all’esordio, con Laura De Martino (Sharin Judo Savona) per ippon di harai maki komi, vince il primo recupero con Maria Di Stefano (Kimura Genova) grazie ad un bell’ippon di ko uchi gari, ma Emma Ferracchini (Pro Patria Judo), nel secondo recupero la blocca in osaekomi e frena la rincorsa al podio dell’orobica. Stesso score per Luca Capelli, che iscritto a 50 kg esordienti A (19 atleti al via) perde subito con Andrea Boschi (Ippon Academy), per ippon di sankaku gatame,ma si riprende grazie ad una vittoria al Golden Score (2 shido a 1) su Christian Glori del Mon Club Como, per chiudere la sua avventura internazionale con la sconfitta subita con Pietro De Giorgi (Jigoro Kano Milano) per un wazaari di ko soto gari e successiva immobilizzazione. Ha seguito gli atleti da bordo tatami il tecnico Paolo Cuminetti.

Congresso AISE 2019: Tori e Uke, le facce della stessa medaglia

Milano ha ospitato domenica 27 ottobre presso il Centro Sportivo Peppino Vismara, il consueto Congresso dell’AISE (Associazione Italiana Sport Educazione), appuntamento culturale di altissimo livello, che approfondisce non solo tematiche sportive legate al mondo del judo. In questa occasione l’argomento attorno a cui sono ruotati interventi e discussioni è stato il ruolo di Tori e Uke, visto attraverso gli studi e le esperienze di insegnanti, professori, atleti. Ad aprire i lavori è stato Marcello Ghilardi, che ha considerato la coppia di atleti come un’unità di “ricezione e iniziativa” destinata a mutare i ruoli attraverso la pratica, privilegiando sempre la “dimensione cinestesica”, che permette di sentire l’interazione con il partner. A seguire è intervenuto il professor Yves Cadot, che ha suggerito come uke sia anche colui che riceve non solo la tecnica, ma anche gli insegnamenti da parte del maestro e quindi che la predisposizione ad essere “uke”, ricettivo e attento, sia importante anche sul piano intellettuale e non solo su quello fisico. Ad essi si sono aggiunti gli interventi di Giuseppe Di Cesare, ricercatore presso l’Istituto Italiano di Tecnologia, diretto allievo di Rizzolatti (neuroni specchio) e di due judoka di altissimo livello, Alfredo Vismara e Cinzia Cavazzuti, che hanno portato la loro esperienza di atleti e di maestri. A seguire la conferenza era presente il Maestro Maino.

Giovanni Tosti settimo classificato al Trofeo della Capitale a Roma



Giovanni Tosti prosegue la marcia verso le qualificazioni di Coppa Italia, buttandosi nella mischia di una gara di buon livello quale è il Trofeo della Capitale e il settimo posto a 90 kg è lo specchio di un inizio di stagione cauto, in cui l’atleta seriatese deve riprendersi completamente dall’operazione subita al termine della scorsa annata sportiva e lo sta facendo misurando le proprie forze e i propri fantasmi con grande intelligenza, seguito dal tecnico Mauro Pasta, da Diego Cressi con le lezioni mirate del giovedì e dallo staff tecnico del Body Park.
Giovanni passa il primo turno, vincendo per un doppio wazaari con Alessio Neri del Banzai Cortina Roma, viene fermato nel secondo da Francesco Sanapo dello Shidokan 2018 e recuperato supera il primo ostacolo, quello di Andrea Caccavalle (Sport Lab 2.0), ma chiude la gara con la sconfitta subita dal romano Roberto Angeletti (Judo Club Yama Bushi).
Conquista il trofeo il torinese Galasso, che batte in finale Carbone. Entrambi gli atleti che hanno battuto Tosti hanno conquistato la medaglia di bronzo.

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ELETTIVA CONSIGLIO DIRETTIVO 2020 – 2023

Seriate, 24 ottobre 2019
Alla cortese attenzione dei soci Body Park

ASSOCIAZIONE BODY PARK JUDO CUS BERGAMO A.S.D.
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ELETTIVA CONSIGLIO DIRETTIVO 2020 – 2023

MERCOLEDI’ 11 DICEMBRE 2019
in prima convocazione alle ore 19.30 e in seconda convocazione ALLE ORE 20.00
PRESSO LA SALETTA RIUNIONI DEL PALALOVATO
VIA LIBERTA’ – GORLE

Gentili soci,

con la presente Vi invito alla partecipazione dell’Assemblea Elettiva del Consiglio Direttivo per il
quadriennio 2020-2023, che avrà il seguente ordine del giorno:
• Relazione sociale, sportiva e finanziaria del quadriennio 2016 – 2019
• Interventi dei soci
• Presentazione dei candidati al Consiglio Direttivo 2020 – 2023
• Elezione del nuovo Consiglio Direttivo
Tutti i soci in regola con il tesseramento annuale per la stagione 2019/2020 possono presentare la
propria candidatura a Consigliere. Dovrà pervenire tramite mail all’indirizzo
judobodypark@cusbergamo.it entro e non oltre il 19 novembre.

Salutandovi, ricordo quanto sia importante la partecipazione attiva alla vita dell’Associazione a cui
appartenete.

Il Presidente Body Park
Edoardo Genovesi

Il presente avviso viene affisso in tutte le sedi dell’Associazione, almeno trenta giorni prima dell’Assemblea

Trofeo “Città di Lodi” d’oro per Andrea Biffi. A medaglia anche Tosti, Maino, Lopa.

Dopo due uscite senza successi, arrivano da Lodi le prime medaglie Body Park della stagione. A salire sul gradino più alto del podio è Andrea Biffi, che a 50 kg cadetti si impone al primo turno su Emanuele Belcastro (ASD Accademia) con un wazaari di seoi e ippon di kataguruma. Nei quarti, dove trova Alberto Peressin (Judo Carugate) marca wazaari di kataguruma e conclude al suolo in juji gatame. L’ostica semifinale tirata fino al Golden Score con Matteo Lovati (KDK Cerano) viene superata grazie alle sanzioni, mentre è più agevole la finale con Antonino Lo presti (Novasconi La Spezia) battuto per ippon di sode tsuri. Si tinge invece d’argento la giornata di gara di Giovanni Tosti (90 kg jun/sen), che apre con doppio wazaari prima di koshi guruma e poi di gaeshi contro Michele Comuzzi (Sport team Udine), vince la semifinale per ippon di uchi mata con Yaakoub Bendif (Pro Patria Judo), ma tre shido a sfavore lo costringono alla resa con Sansei Anani (Le Sorgive), più bravo a sfruttare errori e cali da parte dell’atleta orobico. Ritorno alle gare e al successo, seppur con una medaglia di bronzo, per Massimiliano Maino (81 kg jun/sen), che dopo un primo turno sfortunato, perso per 3 shido con Matteo Rasini (Le Sorgive), risale la china grazie a tre limpide vittorie prima del limite con Mattia Scarpanti (Energy Mediglia) o soto gari e juji gatame per chiudere l’incontro, Matteo Pivetti (Ances Novate), doppio wazaari di gaeshi e seoi nage e Radion Seremet (Eurobody), ippon di kata guruma.
L’ultima medaglia della giornata, un bronzo, arriva dagli esordienti A a 57 kg, con Federica Lopa, che pur perdendo i suoi due incontri con Daniela Digilio (Judo Nubret) e Sara Carriero (Jigoro kano Milano) sale sul podio in virtù dell’esiguo numero di iscritte. Per gli altri atleti Body Park solo esperienza con qualche acuto dal solo Luca Capelli, che disputa la finale per il bronzo, ma senza arrivare a mettersi al collo la medaglia: iscritto a 50 kg Esordienti A con 19 atleti al via, parte con una sconfitta subìta da Alessandro Iacovelli (Energy Mediglia), ma nei recuperi riesce a raggiungere la finale grazie alle vittorie su Andrea Gatti (Judo Cernusco) doppio wazaari di tai otoshi e Giuseppe Peronelli (Nippon Club) ancora per doppio wazaari. Non trova però il guizzo nella finale per il bronzo, dove si fa sorprendere dal koshi guruma di Edoardo Sisto Besozzi (San Carlo Sport). Due gli incontri disputati da Matilde Ortenzi a 48 kg cadetti, persi con Brenna e Guarnelli, mentre un unico incontro disputato dagli atleti Ernest Baran a 55 kg Esordienti A con Giorgio Ratti (Judo Cernusco) perso al Golden Score, Alice Noris a 52 kg cadette che viene strangolata dalla Stefano e Matteo Daprà che a 60 kg cadetti prende un wazaari di sode tsuri da Nikolò Galeotto (Judo Parabiago).

Gran Prix Junior/senior a Torino: gara breve per Body Park

Anche la seconda difficile uscita stagionale del Body Park è avara in termini di risultati. I due atleti impegnati nella manifestazione piemontese, seguiti dal tecnico Mauro Pasta, si devono accontentare di un incontro a testa e qualche indicazione per il futuro. Parte Mattia Balestra a 81 kg, che perde il proprio incontro con Nicolae Bologa (Shidokan Udine) che lo proietta con un sumi gaeshi, lo segue Giovanni Tosti che incontra il nizzardo Ryan Bidaultreal, da cui subisce un ura nage che non lascia scampo. Prossimo impegno in terra lombarda, a Lodi, per la squadra Under 18.