BODY PARK JUDO CUS BERGAMO ASD

Gli atleti Body Park in udienza da Papa Francesco: grandi emozioni per tutti!

Body Park Judo CUS Bergamo è stato protagonista di un evento storico, grazie all’idea del nostro (ex) insegnante Massimiliano Gervasoni e all’intraprendenza del suo successore, Lorenzo Brasi. In tandem hanno progettato e realizzato un evento particolare: portare in udienza da Papa Francesco, il gruppo di ragazzi frequentati i corsi speciali, per atleti con disabilità.
La squadra è partita alla volta di Roma, martedì 18 febbraio, con un pullman che ha raccolto 45 persone tra atleti, accompagnatori e famigliari al seguito e che durante il primo giorno è anche riuscito a fare una passeggiata per la Città Eterna, potendone ammirare i principali monumenti. Mercoledì 18 febbraio si è svolta l’udienza pontificia, a cui hanno preso parte gli atleti Mathias Gervasoni, Luca Begnini, Davide Bosio, Aldo Rossi, Riccardo Cornolti, Andrei Coman, Mattia Ghislandi, Lorenzo Pisani, Elisa Lorenzi, Marco Giacomo Mazzoleni, Luca Cavalli, Leonardo Suardi, Giacomo Bonacina, accompagnati nell’Aula Paolo VI da Lorenzo e Carolina Brasi e Francesco Zanchi, tutti rigorosamente in judogi. L’udienza, incentrata sulla beatitudine dei miti, ha raggiunto il climax emotivo con l’entrata dal corridoio centrale di Papa Francesco, che ha raggiunto il cuore di tutti i nostri allievi e insegnanti. Lorenzo Brasi ci ha tenuto a presentare uno ad uno al Papa i ragazzi e le ragazze presenti, affinché in ognuno di loro rimanesse scolpita indelebilmente questa giornata. Il gruppo ha consegnato qualche regalo simbolico al Santo Padre: i libri “Le storie di Yoriuchi Yamamoto” (Body Park) e “La mente prima dei muscoli” (Jigoro Kano) e una caricatura originale del pontefice eseguita dall’illustratore Davide Benaglia, anche lui presente a Roma e autografata da tutti gli allievi. Dopo la sfilata finale nel corridoio centrale, tra foto e saluti, la comitiva ha visitato la Basilica di San Pietro, prima di far ritorno a casa.
Un grandissimo ringraziamento da parte del Body Park va a Massimiliano Gervasoni, Davide Benaglia e a Don Ezio Rovelli, senza il quale la gestione dell’iter burocratico sarebbe stata impossibile. E naturalmente ai fratelli Lorenzo e Carolina Brasi e Francesco Zanchi, che seguono sul tatami con passione i ragazzi e le ragazze dei nostri corsi di Gorle e Ponte San Pietro.