BODY PARK JUDO CUS BERGAMO ASD

Trofeo Italia Grand Prix Emilia Romagna: buon settimo per Julia Farina, nono Pessina

Inizia domenica 16 febbraio con la tappa romagnola di Riccione, il circuito dei Grand Prix Trofeo Italia che vede impegnati gli Esordienti A e B italiani, a contendersi un ranking utile alle qualificazioni dirette ai Campionati Italiani. Ad affrontare questa prima gara erano presenti tre atleti Body Park, accompagnati dal coach Mauro Pasta, che ha suggerito da bordo tatami schemi, tecniche e strategie per combattere al meglio delle possibilità. Ad esordire in pedana è Luca Capelli (50 kg U15 – 45 iscritti) che vince per wazaari grazie ad un bel tai otoshi su Mirko Angeli del Judo Kwai Amiatino. Non la spunta invece con Davide Dallosso del Judo San Mamolo: pur riuscendo a liberarsi da un osaekomi, non riesce a recuperare il wazaari subito per ko uchi gari. Niente recupero per Luca che però a detta del tecnico Pasta, ha combattuto con energia e buona prospettiva. Cinquantasei gli iscritti a 73 kg U15, dove si è fatto spazio Nicola Pessina, prevalendo per doppio wazaari su Enrico Miroglio della Pol. Astigiana, grazie ad un ura nage, poi finalizzato con un’immobilizzazione. Nel secondo match perde con Alessandro Vallino del Senshi Judo Team, ma entra nel girone dei recuperi, dove resetta la sconfitta e si impone su Mathia Peressini (Corpo Libero) per tani otoshi e successivo osaekomi. Nel seguente perde invece con il grossetano Riccardo Tavernesi, per tre shido. Quattro incontri e un nono posto che fa ben sperare riempiono il tabellino di marcia di Pessina. Infine a giocarsi un gradino del podio è Julia Farina (48 kg U15 – 44 iscritte) , che parte bene con Annamaria Iuliano battuta grazie ad un tai otoshi e ad un tani otoshi che le danno il doppio wazaari vincente. Nel secondo match si trova ad affrontare la segratese Gaia Cerea, pronta a chiudere il match grazie ad un fulmineo o uchi gari. Recuperata, si fa strada grazie ad un tani otoshi da wazaari sulla torinese Sofia Deiana (Jigoro Kano) e ad un morote seoi valutato ippon, sulla marchigiana Margherita Farroni (J.C. Urbisaglia): in questo match Julia Farina ribalta le sorti di un incontro che sembrava avviato alla sconfitta, dopo l’iniziale wazaari a sfavore.
I sogni del podio si infrangono sul muro della coriacea veneta Martina Dal Bello (Equipe Caldogno), che pur non marcando punteggio, costringe Julia a tre penalità, decretandone così la sconfitta anzitempo. Resta comunque un ottimo settimo posto, costruito con ben cinque incontri all’attivo. Il tecnico Mauro Pasta, al termine della giornata di gara, commenta così: “ottima esperienza per tutti, in particolare per Luca Capelli che è al primo anno nella categoria. Attraverso queste gare si costruisce consapevolezza e autostima, sapendo di poter gareggiare contro tutti senza timori reverenziali”