BODY PARK JUDO CUS BERGAMO ASD

Al 1° “Meeting Midori” di Treviglio Body Park si conferma con Federico Nervi e scopre Filippo Imi

 

Organizzato dal CRL Judo con grande dispiego di energie, il 1° “Meeting Midori” rappresenta il punto di partenza di un circuito di manifestazioni giovanili dove la qualità organizzativa e l’attenzione alle famiglie e ai bambini, per quanto riguarda in particolare i tempi e la sicurezza, vuole diventare un modello per il judo lombardo.
La scelta del palazzetto di Treviglio non è stata casuale: ampi spazi sia per gli atleti che per il pubblico e un tatami nuovissimo erano i presupposti per il successo di questa prima edizione. Successo che però non è arrivato, almeno per quanto riguarda i numeri: sono stati circa cento infatti gli atleti iscritti nelle fasce bambini, fanciulli, ragazzi e esordienti A. Purtroppo qualcosa non ha funzionato e di questo si interrogherà lo stesso CRL, che saprà senz’altro trovare le risposte giuste. Oltre alla bella location, il Meeting ha presentato ai giovanissimi la mascotte del giorno, una grande rana (Midori) che ha animato la mattinata. I personaggi che fanno da filo conduttore in questo circuito di manifestazioni, sono stati creati dalla matita di Davide Benaglia, animatore e cartoonist di professione (ha collaborato con Bruno Bozzetto), nonché allenatore di judo presso la nostra associazione.

I nostri giovani atleti, quattro per la defezione all’ultimo istante di Gusmini, si sono divertiti perché il programma della mattinata prevedeva tre prove per ogni gruppo: una prova di randori a terra o in piedi a seconda dell’età, una prova di yaku soku geiko e un percorso motorio. Una scelta volta a sviluppare nell’allievo tutti gli aspetti necessari ad un corretto sviluppo sia coordinativo (percorso), che tecnico (yaku soku) che caratteriale (randori).

Nello specifico Federico Nervi si è riconfermato senza fatica un cavallo di razza nella sua fascia d’età, vincendo i due incontri disputati e piazzandosi al primo posto, così come primo è risultato anche Filippo Imi, il più giovane del gruppo, classe 2012, che pur perdendo due incontri su tre a terra (è cintura bianca), ha invece mostrato grande tecnica nelle cadute e una bella motricità nel percorso e sommando le tre prove si è guadagnato la medaglia d’oro! Bronzo invece sia per Nicola Panza che per Emily Fasano, che disputano tre incontri a testa. Ad accompagnare i piccoli atleti del Body Park, il tecnico Paolo Manzoni.