BODY PARK JUDO CUS BERGAMO ASD

News

Judo Winter Camp Lignano Sabbiadoro Body Park judo CUS Bergamo presente!

I numeri della 19^ edizione del Lignano Winter Camp di judo, che si è svolto nella nota località balneare del Friuli Venezia Giulia dal 4 al 7 gennaio, sono sbalorditivi: oltre 1000 presenze nelle quattro giornate di stage, che hanno visto la partecipazione di atleti di grande spessore tecnico e dal passato recente e recentissimo ricco di successi mondiali e olimpici.
E come sempre la favola del judo ci racconta di “comuni mortali” che si allenano insieme alle stelle del firmamento senza dover fare richieste in marca da bollo, perché il judo è stato ed è questo per tutti: impegno, umiltà, confronto leale.

Così si sono visti all’opera sessanta atleti della grande scuola russa capitanati dall’italiano Ezio Gamba, oramai al secondo mandato olimpico in Russia e acclamato DT in tutto il mondo. Presenti anche le squadre di Carabinieri, Finanza, Polizia Penitenziaria. Guest star mediatica di spicco il piemontese Fabio Basile, vincitore dell’oro olimpico in Brasile e finalista a “Ballando sotto le stelle”, programma che lo ha consacrato al grande pubblico.
Body Park ha presenziato con tredici atleti: Andrea Biffi, Matteo Daprà, Giada Brolis, Martina Personeni, Alessandro Mandotti, Giuseppe Pulcini, Alex Carminati, Andrea Zonca, Alessandro Comotti, a cui si sono aggiunti Lorenzo Turino, Alessio Pini e il campione europeo Enrico Bergamelli. Ad accompagnare la squadra il tecnico Mauro Pasta.
Gli allenamenti sono stati condotti da Sobirov, Kan Magomedov, Galstian, Fabrizio Chimento, Riccardo Caldarelli e Alberto Borin. Organizzazione ottima, con incontri dedicati ai tecnici, aggiornamenti arbitrali, party time per i ragazzi presenti, per familiarizzare anche al di fuori del tatami. Un ringraziamento all’International School of Bergamo, che ha prestato il proprio furgone per lo spostamento del gruppo Body Park.

Allenamento Regionale – 21 Gennaio ’18

Vi aspettiamo Domenica 21 Gennaio 2018 h 9:30-12:00 all’Allenamento Regionale presso il PalaGorle.

Durante gli allenamenti dei giovani judoisti saranno proposti due incontri riservati ai genitori presenti.

Dalle 9.30 alle 10.30 con i genitori dei ragazzi più grandi: Judo e approccio all’agonismo.
Fra limiti, risorse, sfide, rischi e opportunità. Di crescita.
A questo incontro parteciperanno anche Enrico Bergamelli, campione europeo under 18 in carica e Mauro Pasta, allenatore del settore agonistico Body Park ed ex campione nazionale.

Dalle 11.00 alle 12.00 con i genitori dei ragazzi più giovani: Imparare a gestire i conflitti con il Judo. E utilizzare questa capacità nella vita di tutti i giorni.

Condurrà gli incontri Emilio Maino, maestro di Judo, C.N. 5° dan, educatore professionale e formatore, coadiuvato da Lorenzo Brasi, aspirante allenatore e studente in scienze motorie. E’ possibile partecipare ad entrambi gli incontri.

Scarica L’iscrizione: allenamento regionale Gorle 21 Gennaio

Davide Benaglia e Renato Daprà a lezione da Hiroshi Katanishi a Spilamberto

Davide Benaglia, allenatore 3° dan di judo a Gorle e Dalmine e Renato Daprà, atleta cintura marrone a Gorle e Seriate, hanno passato il weekend del 16 e 17 dicembre sul tatami del Dojo della palestra di Judo di Spilamberto a Modena, dove si è svolto il 20° stage condotto dal Maestro Hiroshi Katanishi, che il nostro club segue da ormai un decennio e che è stato ospite in due occasioni nelle edizioni 2016 e 2015 dello “Stage dei Campioni”.

Il Maestro ha lavorato sul tachi waza, proponendo ko uchi barai, de ashi barai, o uchi gari, hane goshi, uchi mata nel suo stile sempre estremamente pulito ed elegante, quanto efficace. Oltre alle lezioni di tecnica, Katanishi non ha risparmiato anche consigli sul comportamento e sull’etichetta nel Dojo e sul tatami. Insomma, ancora una volta Hiroshi Katanishi ha dimostrato di essere un Maestro vero, di quelli che ti sanno accompagnare in un percorso di crescita a tutto tondo.

Festa Natalizia al Palagorle per gli auguri della Polisportiva!

   

Anche nel 2017, come da qualche anno a questa parte, la Polisportiva Gorle, di cui fa parte la nostra Associazione, ha organizzato la festa natalizia per brindare al Natale e al nuovo anno (sportivo) con le quattro società che la rappresentano attraverso i giovani atleti e i loro familiari.

A tirare le fila dell’organizzazione il nostro Fernando Vranic, che dall’alto della propria esperienza, ha anche in questa occasione permesso ai soci dei gruppi sportivi, di vivere un pomeriggio molto piacevole. Il programma previsto e rispettato negli orari, si è aperto con i giochi per le varie fasce d’età e gestiti dalle società di pallavolo, calcio, basket e judo, per poi procedere con lo spettacolo teatrale “Di tutto un circo” con Mentita e Churry e con l’estrazione dei premi messi in palio dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down).

A conclusione del pomeriggio di festa, il rinfresco interamente offerto dalla Polisportiva. Per la cronaca erano presenti circa 100 bambini e ragazzi e il 70% di essi erano atleti Body Park!

Formazione interna: a Ponte San Pietro in campo i collaboratori del Body Park Judo CUS Bergamo


Sabato 2 dicembre dalle 15 alle 18 si è svolto a Ponte San Pietro, presso la palestra del centro UFO, l’incontro di formazione interno programmato dopo la due giorni alla Ca’ Matta. In campo soprattutto i collaboratori, che hanno presentato tre lezioni tipo, con target differenziati e la partecipazione dei presenti in veste di allievi. Tali interventi della durata di venti minuti circa sono stati presentati prima in linea teorica per definire da subito gli obiettivi e in seguito è stata eseguita la parte operativa e il feedback finale.

Così Maria Conti e Lorenzo Brasi hanno presentato una seduta dedicata ai bambini della scuola dell’infanzia, Francesco Foresti e Armando Monforte un lavoro dedicato agli allievi della primaria e infine Francesco Zanchi e Stefano Zanoletti si sono concentrati sul settore adolescenti e adulti.

L’aspetto interessante di questa modalità formativa è quella di mettere in condivisione esperienze e stili di insegnamento che possano arricchire il bagaglio culturale di tutti i partecipanti, tecnici compresi. Tra questi ultimi hanno presenziato Emilio Maino, (responsabile della Commissione Formazione) e Davide Benaglia. Si sono immedesimati nel ruolo di allievi Fabrizio Aldegani, Gualtiero Castellucci, Massimiliano Maino, e tutti coloro che in quel momento non conducevano la lezione.
I prossimi appuntamenti del 2018 verteranno su randori e kata, sicurezza nella pratica e prevenzione infortuni e lo Stage dei Campioni.

Lorenzo Brasi promosso Aspirante Allenatore FIJLKAM, Maria Conti, Matteo Plebani e Davide Conti promossi cintura nera 1° dan

Festa grande in casa Body Park: domenica 17 dicembre si sono svolti a Dalmine, presso il CUS Bergamo, gli esami federali sia per i corsisti Aspiranti Allenatori, che per i candidati alla cintura nera 1°, 2° e 3° dan. I primi verdetti mattutini sono stati quelli del corso Aspirante Allenatore, che si è svolto tra settembre e dicembre proprio al CUS Bergamo, nella bella struttura di Dalmine, che ha ospitato sia le lezioni teoriche che quelle pratiche, in tutto 62 ore di docenza che portano al brevetto di 1° livello per l’insegnamento del Judo.

Due i nostri candidati, Lorenzo Brasi e Jacopo Soregaroli, quest’ultimo costretto per questioni familiari a richiedere al Comitato di spostare l’esame: a gennaio potrà concludere le sue fatiche. Lorenzo Brasi ha sostenuto un ottimo esame, a detta della stessa Commissione, che ha elogiato il lavoro del nostro candidato, una tesi sull’utilizzo dell’affabulazione (story telling) nell’insegnamento del judo nella scuola dell’infanzia. Lavoro che lo stesso Brasi ha portato a termine dopo un anno e mezzo di riflessioni ed esperimenti, con l’apporto creativo di Davide Benaglia e le sue inconfondibili illustrazioni.

Nel pomeriggio si sono svolti i passaggi di grado per cinture marroni e nere. Tre giovani atleti dell’associazione Matteo Plebani (18 anni), Davide Conti (18 anni) e Maria Conti (21 anni) hanno superato brillantemente la prova composta dalla dimostrazione di un kata (nage no kata per Conti Davide e katame no kata per Plebani e Maria Conti), da domande sulla storia del judo, sulla federazione, sulla classificazione tecnica e su dimostrazioni pratiche di tecniche in piedi e al suolo.

Visibilmente emozionati e soddisfatti i tre hanno ricevuto la loro cintura nera dal Vicepresidente del CRL Cinzia Cavazzuti, seguiti a bordo tatami da un altrettanto emozionato Edoardo Genovesi, che da oltre dieci anni è il maestro che li ha cresciuti e formati.


  

Gran Prix Giaveno: Giovanni Tosti si impone e conquista il 2° dan. Bronzo per Alessio Pini.

Sabato 9 dicembre si è svolto a Giaveno, in Piemonte, il Gran Prix valevole per il 1°, 2° e 3° dan. Trasferta che ha visto in campo Giovanni Tosti e Alessio Pini, a caccia dei punti mancanti per raggiungere il 2° dan per entrambi.

A pochi passi dal risultato Tosti, che non si è fatto sfuggire l’occasione vincendo la propria categoria con due successi, il primo dei quali su Abate, che viene battuto grazie ad un morote valutato wazaari, seguito da un altro wazaari ottenuto grazie ad un reverse seoi che si è concluso al suolo per il definitivo ippon. In finale ancora un ippon per l’81 kg di Seriate, che ha ottenuto il match point grazie ad un seoi nage ben piazzato.

A 73 kg strada più irta di difficoltà per Alessio Pini, che nonostante la sconfitta al primo incontro, riesce ad agguantare il podio con grande determinazione, finendo a braccia levate nelle successive tre occasioni e conquistando così la medaglia di bronzo. Attendiamo l’atleta della Valgandino all’inizio del 2018 per brindare anche con lui per il 2° dan!

Body Park a Oltrona San Mamette (CO) con 18 giovani judoka

La manifestazione Giovanile di Oltrona San Mamette (CO) non passerà alla storia per la sua fluidità organizzativa, nonostante – va detto – la società organizzatrice abbia fatto di tutto per rendere snello e godibile il pomeriggio. Ma luoghi inadatti e numeri troppo elevati rispetto ai tatami disponibili, rendono vani gli sforzi e allungano la lista delle manifestazioni potenzialmente nocive al movimento judoistico.

Nonostante tutto Body Park Judo CUS Bergamo ha fatto la sua parte con i diciotto atleti iscritti, portando a casa esperienza e medaglie. Tre quelle d’oro e sono state messe al collo di Federico Nervi (tre vittorie per ippon), Nicola Luraschi (2 vittorie) e Leonardo Barbato (due vittorie per ippon) tutti rappresentanti di Città Alta, più copiose le medaglie d’argento con Viola Cadei e Lorenzo Noris, Adrien Forcella, Matteo Latham, Angelo Brigliadori e Ruben Beretta. Ancora medaglie, questa volta di bronzo per Marco Gotti, Axel Perico, Matilde Barbato, Alice Lattanzi, Giorgio Cantù, Mattia Mazza, Luca Capelli, Francesco Manzoni e Lucrezia Biava.

A seguire la comitiva orobica, gli insegnanti Emilio Maino e Paolo Manzoni, che hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per controllare i momenti salienti degli incontri, le gioie e le frustrazioni dei piccoli grandi atleti gialloblu.














Tricolori a squadre: i cadetti del Body Park Judo CUS Bergamo noni con onore nel Campionato Italiano A2

Domenica 10 dicembre si sono svolti a Roma i Campionati Italiani Cadetti a Squadre, una gara entusiasmante e spettacolare, che esalta la forza del gruppo e cementa i rapporti tra atleti e tecnici. La competizione è divisa in due categorie: A1 dove partecipano le squadre di prima fascia, medagliate ai precedenti campionati e A2 a cui possono accedere tutte le altre, con diritto di scalare in A1 e quindi giocarsi il titolo per le squadre che hanno ottenuto medaglia in A2.

Body Park ha costruito una squadra solida, formata da atleti provenienti dal club (Luca Nigro a 60 kg, Alex Carminati a 66 kg, Giuseppe Pulcini a 73 kg e Massimiliano Maino a + 73 kg), con l’innesto molto positivo di Lorenzo Benzoni da Clusone a 55 kg, guidati da un tecnico esperto quale è Mauro Pasta che ha saputo amalgamare al meglio i singoli atleti e dare una forte carica emotiva al gruppo.

Al via ben 34 formazioni, con i gialloblu nella parte bassa del tabellone ad affrontare all’esordio lo Sharin Judo Quiliano (Liguria). Subito partenza con il botto e secco 4 a 1 ai liguri, con le vittorie di Benzoni (55 kg), Carminati (66 kg), Pulcini (73 kg) e Maino (+73 kg). Ancora una ligure negli ottavi e nuova vittoria per 4 a 1: questa volta vanno a segno Benzoni, Nigro (60 kg), Carminati e Maino. Il terzo incontro, quello più tosto, vede di fronte il Body Park alla Fitness Nuova Florida (Lazio), squadra forte soprattutto a livello femminile, ma che anche tra i maschi vanta degli ottimi atleti.

Body Park esce sconfitto, ma con molto onore, soprattutto perché il punto decisivo a 66 kg ha suscitato qualche perplessità e negli incontri successivi a 73 e + 73 kg, sia Pulcini che Maino hanno ottenuto due punti che avrebbero aperto le porte della semifinale agli orobici.
Nei recuperi il gruppo, forse un po’ spento ha subito un perentorio 4 a 1 dal Judo Monterotondo, con il solo Maino a dare il punto della bandiera ai bergamaschi. Soddisfatto comunque il coach, Mauro Pasta, che vede nel nono posto comunque una risposta positiva da parte dei ragazzi, che hanno combattuto “con la testa e con il cuore”.

Festa di Natale : un brindisi sportivo per salutare il 2017!

Oramai prossimi alle vacanze natalizie, anche Body Park, insieme alla Polisportiva Gorle, si appresta a festeggiare le imminenti festività con il consueto e tanto atteso pomeriggio domenicale di giochi, spettacolo e brindisi. Giorno prescelto domenica 17 dicembre, con inizio alle ore 15.

Il programma prevede un’ora di giochi per tutti i partecipanti, bambini e ragazzi del judo, ma anche del volley, del basket e del calcio. A seguire l’atteso spettacolo “di tutto un circo” con Mentita e Churry e l’estrazione dei premi della lotteria, volta a sostenere l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) e alle 18, al termine del pomeriggio di festa, un rinfresco offerto sempre dalla Polisportiva per gli atleti e i loro familiari.